Uncategorised

«Dobbiamo parlare di strategia», una conversazione inedita con Mohamed Bazoum, Presidente del Niger sequestrato dalla giunta

Le cause profonde di una rivolta: l’epicentro ucraino della crisi francese

Lettura estesa

La Napoli del terzo scudetto è una città che sembra aver reintegrato i limiti di un’Europa “normale”, tecnocratica, ricollegata ai processi di trasformazione del capitale finanziario. Una lettura urbana e antropologica della vittoria dello scudetto, firmata Paolo Mossetti

Si dice spesso che l’Europa si trasforma. È difficile descrivere come. Ma nella turbolenza del nuovo disordine, il bipolarismo tra Cina e Stati Uniti rimane la forza gravitazionale strutturante. Impone logiche duali, costringendo l’Europa a prendere una posizione – l’Unione non ha, forse, che quattro strade possibili

Per Pasquale Annicchino, l’Italia di Meloni è «una navicella alla deriva nel mare post-cristiano che è diventata la società occidentale». In mezzo a questo oceano tempestoso agitato da guerre culturali d’importazione, essa mantiene una rotta fragile, in equilibrio su una corda tesa e con poco spazio di manovra: quanto potrà resistere?

La Spagna si sta riorganizzando. Pedro Sánchez ha indetto elezioni anticipate per luglio: una scommessa ad alto rischio. Tra il successo della destra e l’inesorabile declino di partiti come Ciudadanos e Podemos, François Hublet traccia un bilancio in dieci punti della tettonica a placche che sta scuotendo il Regno dopo le elezioni del 28 maggio

Sulla Cina, gli Stati Uniti hanno sviluppato la Dottrina Sullivan. L’UE sta cercando la propria. In questa intervista esclusiva concessa dopo il dibattito al Consiglio dei ministri di Stoccolma e un G7 che sembra confermarne le conclusioni, l’Alto rappresentante dell’Unione europea definisce una nuova configurazione in una prospettiva geopolitica. Per affrontare il rapporto con la Cina, l’Unione Europea deve partire dai propri valori e interessi e proporre un orizzonte strategico di sicurezza comune

A Khartoum e in altre città, due capi militari si affrontano con armi pesanti, carri armati e aerei da guerra. Questi scontri portano con sé i semi di una guerra civile. Come ci si è arrivati?

Roland Marchal colloca gli eventi di questo mese nella lunga storia del Sudan dopo l’indipendenza – una realtà la cui ignoranza potrebbe avere conseguenze ancora più tragiche